Ai fini del riconoscimento o dell’esclusione del fatto di lieve entità ex art. 73, co. 5, D.P.R. 309/90, è necessaria la valutazione complessiva degli indici elencati dalla disposizione in parola. Solo poi all’esito della valutazione globale di tutti gli indici che determinano il profilo tipico...

In tema di reati fallimentari, l’art. 216, co. 1, n. 2, L.F. configura due distinte ipotesi di bancarotta fraudolenta documentale. La prima consiste nella sottrazione, distruzione o falsificazione delle scritture ed è caratterizzata dal dolo specifico di procurare a sé o ad altri un ingiusto...

Nel delitto di atti persecutori, l’elemento soggettivo è integrato dal dolo generico, che consiste nella volontà di porre in essere le condotte di minaccia e molestia nella consapevolezza della idoneità delle medesime alla produzione di uno degli eventi alternativamente previsti dalla norma incriminatrice, e che,...

L’appropriazione indebita è la fattispecie criminosa prevista dall’art. 646 del codice penale ed appartiene alla categoria dei delitti contro il patrimonio. Se il delitto di furto garantisce la proprietà attraverso la tutela del possesso, l’appropriazione indebita tutela i diritti del proprietario quando una violazione del possesso...

La ricettazione è una fattispecie delittuosa è prevista dall’art. 648 c.p., che punisce chi acquista, riceve od occulta denaro o cose provenienti da un qualsiasi delitto, o comunque si intromette nel farle acquistare, ricevere od occultare. Presupposto di tale reato è che anteriormente a esso sia...