Ai fini della configurabilità del reato di maltrattamenti non è richiesta l’individuazione di condotte sistematiche - nozione, quest’ultima, che invia alla preordinazione e strutturazione di un vero programma teso all’umiliazione ed all’annichilimento della vittima - essendo, invece, necessaria e sufficiente l’abitualità rispetto alla quale il...

In tema di autoriciclaggio, la locuzione di ‘attività speculativa’, conformemente ai criteri dell’interpretazione letterale, teleologica ed estensiva, deve intendersi comprensiva non soltanto della speculazione che avvenga in ambito finanziario o borsistico, ma anche nel settore del gioco e delle scommesse (di tipo sportivo o relative...

In tema di bancarotta fraudolenta patrimoniale, qualora il fatto si riferisca a rapporti tra società appartenenti al medesimo gruppo, il reato deve ritenersi insussistente solo se i benefici indiretti per la società fallita si dimostrino idonei a compensare efficacemente gli effetti immediatamente negativi e siano...

La condotta tipica del delitto di furto con strappo, ex art. 624 bis c.p., si realizza quando la violenza è immediatamente rivolta verso la cosa e solo in via indiretta verso la persona che la detiene, anche se, a causa della relazione fisica intercorrente tra...

Integra il delitto di falsità materiale in certificato amministrativo commesso da privato, ex artt. 477 e 482 c.p., la formazione di un falsa attestazione dell’avvenuta revisione di un autoveicolo con targa estera, eseguito nel Paese di immatricolazione con esito positivo, anche quando la mendace indicazione...

I dati informatici (files) sono qualificabili come cose mobili ai sensi della legge penale e, pertanto, costituisce condotta di appropriazione indebita la sottrazione da un personal computer aziendale, affidato per motivi di lavoro, dei dati informatici ivi collocati, provvedendo successivamente alla cancellazione dei medesimi dati...

Ai fini del riconoscimento o dell’esclusione del fatto di lieve entità ex art. 73, co. 5, D.P.R. 309/90, è necessaria la valutazione complessiva degli indici elencati dalla disposizione in parola. Solo poi all’esito della valutazione globale di tutti gli indici che determinano il profilo tipico...

In tema di reati fallimentari, l’art. 216, co. 1, n. 2, L.F. configura due distinte ipotesi di bancarotta fraudolenta documentale. La prima consiste nella sottrazione, distruzione o falsificazione delle scritture ed è caratterizzata dal dolo specifico di procurare a sé o ad altri un ingiusto...

Nel delitto di atti persecutori, l’elemento soggettivo è integrato dal dolo generico, che consiste nella volontà di porre in essere le condotte di minaccia e molestia nella consapevolezza della idoneità delle medesime alla produzione di uno degli eventi alternativamente previsti dalla norma incriminatrice, e che,...

L’appropriazione indebita è la fattispecie criminosa prevista dall’art. 646 del codice penale ed appartiene alla categoria dei delitti contro il patrimonio. Se il delitto di furto garantisce la proprietà attraverso la tutela del possesso, l’appropriazione indebita tutela i diritti del proprietario quando una violazione del possesso...