La fattispecie scriminante della legittima difesa, risultante dalle modifiche introdotte dalla L. 36/19, postula quali requisiti aggiuntivi rispetto a quello della proporzione (ex art. 52 c.p.), la commissione di una violazione di domicilio da parte dell’aggressore; la presenza legittima dell’’agente nei luoghi dell’illecita intrusione predatoria...