Per qualificarsi come mafiosa un’organizzazione criminale, è sufficiente la mera capacità di intimidire che essa abbia dimostrato all’esterno, da valutare tenendo conto del sodalizio, dell’ambiente di operatività, dei metodi utilizzati, della struttura organizzata e di qualsiasi altro elemento utile: una capacità attuale, effettiva ed obiettivamente...

L’art. 393 bis c.p. prevede una causa di giustificazione fondata sul diritto del cittadino di reagire all’aggressione arbitraria dei propri diritti perpetrata dal pubblico ufficiale o dall’incaricato di pubblico servizio o dal pubblico impiegato, che può essere applicata anche nelle ipotesi putative di cui all’art....

Sussiste l’eccesso colposo nella legittima difesa quando la giusta proporzione tra offesa e difesa venga meno per colpa, intesa come errore inescusabile, per precipitazione, imprudenza o imperizia nel calcolare il pericolo ed i mezzi di salvezza; si fuoriesce dall’eccesso colposo tutte le volte in cui...

In caso di incidente stradale, sul trasportato a bordo di un veicolo non grava obbligo di fermarsi e di prestare assistenza, in quanto soggetto che non fa uso attivo della strada; è tuttavia possibile un concorso del trasportato nella commissione dei reati di cui all’art....

In tema di causalità, la colpa del lavoratore, concorrente con la violazione della normativa antiinfortunistica ascritta al datore di lavoro ovvero al destinatario dell’obbligo di adottare le misure di prevenzione, esime questi ultimi dalle loro responsabilità solo allorquando il comportamento anomalo del lavoratore sia assolutamente...

In tema di custodia cautelare in carcere disposta per il reato previsto dall’art. 416 bis c.p., ai fini del superamento della presunzione relativa di sussistenza delle esigenze cautelari di cui all’art. 275, co. 3, c.p.p., non assume rilevanza la distinzione tra mafie ‘storiche’ e formazioni...

La truffa ai danni dello Stato per percezione di prestazioni indebite di finanziamenti e contributi (ex art. 640 bis c.p.), erogati in ratei periodici, non è reato permanente bensì a consumazione prolungata ì, perché il soggetto agente manifesta sin dal principio la volontà di realizzare...

In tema di responsabilità degli enti ai sensi del d.lgs. 231/2001, il reato contestato alla persona fisica deve corrispondere a quello chiamato a fungere da presupposto per la responsabilità della persona giuridica, ma la separazione delle posizioni processuali di alcuni degli imputati del reato presupposto...

La prova del dolo specifico di evasione fiscale, quanto all’omessa dichiarazione finalizzata all’evasione delle imposte sui redditi o sul valore aggiunto, nel reato di omessa dichiarazione di cui all’art. 5 d.lgs. 74/2000, può essere desunta dall’entità del superamento della soglia di punibilità unitamente alla piena...